Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1909, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Disabilita cookie ShinyStat

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Perchè utilizzare Visual Studio 2010 per applicazioni Visual Basic 2005 e 2008

Nella generalità dei casi le proprie applicazioni sono destinate a durare nel tempo, altre volte, per altre necessità, si ha il bisogno di creare applicazioni basate su .NET Framework 2.0 e sarà così anche per la 3.5 nel momento in cui .NET 4.0 sarà finalmente in RTM.

Nel riprendere una tradizione già iniziata con Visual Studio 2008, anche il nuovo Visual Studio 2010 (attualmente in Release Candidate) supporta il multi-targeting quindi è in grado di creare applicazioni per specifiche versioni di .NET Framework, a partire dalla 2.0.

La vera buona notizia è che, aprendo le vecchie soluzioni/progetti in Visual Studio 2010, la versione del Framework di destinazione rimarrà invariata ma si avrà la possibilità di sfruttare alcune novità dell'IDE e del linguaggio. Per quanto riguarda l'IDE, è abbastanza normale: il nuovo editor in WPF, zoom, ricerca e tante altre cose sono chiaramente disponibili.

La cosa interessante è che è possibile sfruttare anche novità nella scrittura del codice, che non sono mero appannaggio di Visual Basic 2010. Ad esempio è possibile sfruttare la caratteristica della continuazione di linea implicita, che ci consente di evitare di mettere il carattere di underscore per andare a capo per splittare linee di codice lunghe e addirittura è possibile sfruttare i collection initializers. Giusto per fare due esempi, che poi potete approfondire anche nei confronti di altre novità, questo codice funziona perfettamente in Visual Studio 2010, in un progetto che si basa su .NET 2.0 e scritto in Visual Basic 2005:

        Dim aList As New List(Of String) From {"One",

                                               "Two",

                                               "Three"}

Un motivo in più per provare Visual Studio 2010.

Alessandro

Print | posted on martedì 23 febbraio 2010 00:50 | Filed Under [ Visual Basic Visual Studio 2008 Visual Studio 2010 ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET