Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1909, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Disabilita cookie ShinyStat

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Entity Framework: mostrare i file dell'Entity Data Model

Nel mio libro su LINQ, a pagina 339, si parla dei file Xml che costituiscono l'Entity Data Model nell'ADO.NET Entity Framework, osservando come sia possibile elencarli ed aprirli espandendo la cartella bin\debug o bin\release del progetto.

Questo era il comportamento di default dell'IDE fino alla Beta 3 dell'Entity Framework, sulla quale sono stati testati gli esempi del capitolo (come avvisato nello stesso). Con l'avvento di Visual Studio 2008 Service Pack 1, il comportamento di default è cambiato. I file dell'Entity Data Model vengono ora inclusi nei metadati dell'assembly, tuttavia è possibile continuare a visualizzarli separatamente ponendo in essere la seguente procedura:

1. quando è attivo il designer OR/M dell'Entity Framework, aprite la Finestra delle Proprietà e selezionate il namespace relativo al modello a oggetti.

2. impostate la proprietà Metadata Artifact Processing come Copy to Output Directory, come in figura:

Compilate il tutto e poi tornate ad espandere la cartella bin, per veder comparire i tre file .msl, .csdl e .ssdl:

Se volete capirne il significato o esplorarli, vi basta seguire le indicazioni del mio libro. :-)

Detto questo, vi dò appuntamento a domani sera al Community After Hour di VB T&T all'evento Microsoft Days 08 di Firenze.

See you tomorrow!

Alessandro

Print | posted on giovedì 16 ottobre 2008 02:11 | Filed Under [ .NET Framework Visual Basic Visual Studio 2008 LINQ ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET