Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1908, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Disabilita cookie ShinyStat

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Le mie interviste al Visual Basic Team: Jonathan Aneja

Continuiamo la mia serie di interviste agli appartenenti al Visual Basic Team di Microsoft Corp., coloro che producono il linguaggio di programmazione Visual Basic e il relativo ambiente di sviluppo. Dopo aver conosciuto Lisa Feigenbaum nella precedente intervista, oggi è la volta di Jonathan Aneja, Program Manager per il compilatore e altre caratteristiche che interessano il runtime di Visual Basic.

 

Conosciamo subito Jonathan!

 

1.    Piacere di conoscerti Jonathan! Iniziamo con una domanda semplice: di dove sei?

 

“Toronto, Ontario – uno dei pochi posti in Canada che è effettivamente il *sud* di Seattle J

2.    Noi sappiamo che fai parte del Visual Basic Team, ma puoi dirci qualcosa di più circa il ruolo che ricopri all’interno del Team stesso?

 

“Lavoro sul compilatore e sul runtime come “Program Manager” (si, non so ancora cosa significhi J). Ogni settimana è diversa, ma le tipiche attività riguardano lo scrivere le specifiche e prendere nota nei nostri incontri sul design del linguaggio, utilizzare il nostro stesso prodotto (dogfooding n.d.t.) a fondo per trovare errori, predisporre caratteristiche e lavorare con team come quelli di ASP e MSBuild su come il compilatore si integra con queste tecnologie. Ho anche fatto dei testi di automazione su Orcas!

 

Credo che la parte più importante del ruolo del Program Manager sia capire il cliente ed essere capace di “pensare come uno sviluppatore Visual Basic”. Fortunatamente io lo sono sempre stato – ho usato tutte le versioni del prodotto tranne VB2 e VB5!”

 

3.    “Qual è la caratteristica che preferisci di Visual Basic, con riferimento al linguaggio o all’IDE?”

 

“Probabilmente il compilatore in background. Ma anche la possibilità di non dover distinguere tra maiuscole e minuscole J

 

4.    “Da quanto tempo lavori in Microsoft e di cosa ti occupavi prima di far parte del Visual Basic Team?”  

 

“Mi sono laureato nel giugno del 2005 e ho iniziato come fornitore di servizi nella ISV Advisory Services. Dopo circa 9 mesi sono arrivato a Redmond per unirmi al VB Team. Sono 2 anni e mezzo e si continua ancora...”

 

5.    “Quali sono i motivi per i quali, secondo te, Visual Basic è un grande linguaggio?”

 

“Penso che sia davvero abbordabile e facilmente leggibile. Usa semplici termini inglesi come “Or” piuttosto che richiedere a un principiante di imparare simboli come “|”. L’IDE mette a disposizione migliaia di caratteristiche per la produttività come la correzione di errori e una fantastica esperienza con l’IntelliSense. L’Application Framework di Visual Basic fornisce cose come il namespace My ed eventi a livello di applicazione, tutto gestito automaticamente, piuttosto che fare tutto manualmente.

 

Caratteristiche come la clausola “Handles” è un modo potente per lavorare con gli eventi e al tempo stesso consente di staccarsi da concetti più avanzati come i delegati. Esiste ancora il pieno supporto per i delegati quando abbiamo bisogno di un controllo più approfondito, ma per scenari più semplici si riduce il numero di concetti che lo sviluppatore deve affrontare. Questa è una grossa parte della filosofia del linguaggio: mantenere basso il numero di concetti che lo sviluppatore deve ricordare. Questo permette di focalizzare l’attenzione su come risolvere i problemi aziendali invece di imparare ogni piccolezza del compilatore.”

 

6.    “Sei mai stato in Italia?”

 

“No ma mi piacerebbe visitarla un giorno J

 

7.    “Raccontaci qualcosa della tua vita fuori dall’ufficio (come trascorri il tuo tempo libero, cosa ti piace fare quando esci o quando sei a casa ecc.)..”

 

“Mi piace moltissimo il basket, giochi di società e strategia (Settlers, Powergrid, Risk ecc) e la musica.  Mi interesso anche di soluzioni alla povertà nel terzo mondo e di organizzazioni come la Compassion International.”

 

8.    “Qual è il tuo musicista preferito?”

“Impossibile sceglierne uno solo, ma provo a dirne tre: Chris Tomlin, Hillsong, and Casting Crowns”

 

9.    “Qual è il tuo piatto preferito?”

“Il pollo Tikka Masala”

 

Grazie Jonathan per aver dedicato il tuo tempo a rispondere a queste domande e per averci permesso di conoscerti un po’ di più!

 

Stay tuned per le prossime interviste...

Intervista in lingua originale sul Blog del VB Team

Leggi tutte le interviste al Visual Basic Team

Riferimenti: Visual Basic Developer Center

                Visual Basic Team Blog

                I post di Jonathan sul Blog del VB Team

Alessandro

Print | posted on venerdì 10 ottobre 2008 23:20 | Filed Under [ .NET Framework Visual Basic C# Setup & Deployment Help Authoring Varie Visual Studio Express Editions Visual Studio 2008 Visual Studio Extensibility Windows Presentation Foundation Windows Workflow Foundation Windows Communication Foundation Windows 7 Visual Studio Tools for Office LINQ Silverlight e Windows Phone ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET