Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1909, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Visual Studio 2008 Express e Windows Communication Foundation

Ho installato i principali strumenti di sviluppo appartenenti alla famiglia Visual Studio 2008 Express Editions (Beta 2) ed ho scoperto, con non poca tristezza, che Visual Basic 2008 e Visual C# 3.0 non implementano un modello di progetto per la creazione di servizi basati su Windows Communication Foundation, come invece avviene nella versione 2005 per il tramite delle apposite estensioni.

Ho invece appurato che questo genere di librerie possono essere create con Visual Web Developer, che prevede il classico modello di progetto WCF Service Library. Ho provato a creare un servizio utilizzando Visual Basic come linguaggio per i code-behind e, con altrettanta sorpresa, ho scoperto che l'IDE di Visual Web Developer genera automaticamente, oltre al contract di base  e alla classe di implementazione, il file di configurazione e il file .svc necessario alla pubblicazione sull'host, riducendo le procedure manuali che lo sviluppatore deve compiere. Entrambi questi file contengono di default tutto ciò che occorre al funzionamento del servizio, anche se poi vanno fatte le ovvie modifiche soggettive :-)

A onor del vero non mi piace molto questo distacco da VB e C# Express, ma questa mancanza viene sopperita dagli automatismi previsti in Web Developer. Ovviamente, le sopra esposte considerazioni riguardano le sole edizioni Express. Nel più completo Visual Studio 2008, si potrà continuare a creare servizi WCF nelle modalità consuete, direttamente da VB e C#.

Alessandro

Print | posted on mercoledì 7 novembre 2007 20:21 | Filed Under [ Visual Studio 2008 Windows Communication Foundation ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET