Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1908, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Disabilita cookie ShinyStat

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Windows Vista e .NET 3.0: ora mi è tutto più chiaro :-)

Sto iniziando in questi giorni a studiare i fondamenti di Windows Presentation Foundation e così, leggendo leggendo, ho capito molte più cose del perchè .NET Framework 3.0 è parte così importante del nuovo sistema operativo Windows Vista e del perchè non è stato messo lì solo per evitare a chi sviluppa in .NET di preoccuparsi di come ridistribuirlo.

Per coloro i quali già sanno queste cose, forse questo post risulterà banale, ma per chi come me scopre Vista ogni giorno di più e non conosce ancora bene le potenzialità di .NET 3.0, magari può essere utile. Mi sono potuto schiarire un po' le idee ed ho capito meglio che Vista sfrutta moltissimo le tecnologie implementate da .NET 3.0. Innanzitutto l'aspetto grafico. Da quel che ho capito, la grafica di Vista si basa interamente su Windows Presentation Foundation. Ecco, quindi, perchè Vista è un piacere per la....vista! ;-) perchè WPF consente di creare applicazioni dall'impatto grafico davvero grandioso.

Un altro aspetto importante, la gestione di taluni tipi di documenti. Fermo restando che .NET 3.0 espone il namespace System.IO.Packaging, che consente a livello di classi base di gestire gli archivi in formato .zip, Microsoft ha creato il formato di file .Xps, che si vuole proporre come standard per documenti portabili (un po' come il .pdf di Adobe), ossia un formato di file che non necessita dell'applicazione che lo ha originato per essere visualizzato, ma per cui sia sufficiente un apposito servizio del sistema operativo. .NET 3.0 espone diverse classi per la gestione di questo tipo di documento e ne consente la visualizzazione in un apposito controllo utente per Windows Presentation Foundation, denominato DocumentViewer (utilizzato in vari frangenti, tra l'altro, proprio da Windows Vista).

Anche chi utilizza Windows XP, comunque, può trarre beneficio da .NET Framework 3.0, anche se in modo meno legato al sistema operativo. Infatti, applicazioni dall'aspetto estetico "very impressive" (per dirla con gli americani) possono essere create anche su XP grazie a WPF e, con riferimento all'esempio dei documenti Xps, sebbene XP non preveda a livello nativo il supporto per tali file è possibile scaricare l'XPS Essential Pack, che installa su sistemi Windows XP il run-time necessario alla gestione e alla visualizzazione di tali documenti.

Questi, ovviamente, sono solo due dei tantissimi aspetti che riguardano la programmazione su .NET 3.0, che finora ammetto di aver trascurato ma mi riprometto di recuperare! ;-) 

Per quanto riguarda il discorso "programmazione", con .NET 3.0 Microsoft introduce il nuovo linguaggio di programmazione denominato XAML (eXtensible Application Markup Language). A giudicare da quel che leggo, promette risultati miracolosi. Finora, nelle mie seppur piccolissime prove, l'ho trovato un po' macchinoso, soprattutto perchè per me, abituato alle applicazioni Windows Forms, ogni cosa era codice Visual Basic. In WPF, tramite XAML si gestisce la fase di design, mentre il codice del linguaggio gestito prescelto fa il resto. Sicuramente è solo questione di abitudine e di necessità di cambiare un po' il modo di programmare, sono sicuro che riuscirò ad apprezzarne in pieno le qualità! ;-)

Ad ogni modo, come detto, questi sono solo piccoli aspetti di una grande tecnologia, che va sicuramente approfondita anche perchè inizia ad avere già una certa diffusione e che troverà il suo naturale sbocco in Visual Studio 2008.

Alessandro

Print | posted on sabato 27 ottobre 2007 15:50 | Filed Under [ .NET Framework Windows 7 ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET