Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1909, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Disabilita cookie ShinyStat

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Creare i database SQL per Windows Workflow Foundation

In un precedente post avevamo visto che nella cartella C:\Windows\Microsoft.NET\v3.0\Windows Workflow Foundation\SQL\EN risiedono alcuni file ad estensione .sql che contengono gli script necessari per creare database SQL adattabili al lavoro con Windows Workflow Foundation. WF, infatti, consente di memorizzare alcune importanti informazioni durante l'esecuzione dei flussi, su database di SQL Server 2005 (anche Express), come il tracking degli eventi di flussi e attività oppure la persistenza dello stato dei flussi.

In particolare, si tratta di due tipologie di database: la prima relativa ai servizi di tracking dei flussi (System.Workflow.Activities.Tracking), la seconda relativa ai servizi di persistenza su disco degli workflow (System.Workflow.Runtime.Hosting).

Per creare questi tipi di database in maniera semplice e intuitiva, si può usare SQL Server Management Studio Express. Una volta avviato il programma, si fa click destro sulla voce Database nella treeview sulla sinistra. Si seleziona Nuovo database dal menu di contesto e si specifica il nome che si vuole assegnare al db.

Fatto questo, si seguono i seguenti passi:

  1. per far sì che il database sia utilizzabile dai servizi di tracking, aggiungere in sequenza i file Tracking_Schema.sql e Tracking_Logic.sql (menu File|Apri|File); ogni qual volta si aggiunge un file, è necessario accertarsi che nella casella combinata che elenca i database disponibili sia evidenziato il proprio, quindi selezionare il comando Esegui (contraddistinto dal punto esclamativo);
  2. per far sì che il database sia utilizzabile dai servizi di persistenza, aggiungere in sequenza i file SqlPersistenceService_Schema.sql e SqlPersistenzeService_Logic.sql, utilizzando le accortezze di cui al punto precedente.

E' necessario poi copiarsi la stringa di connessione che potrà essere utilizzata nel codice che si interfaccerà ai database.

Alessandro

Print | posted on mercoledì 15 agosto 2007 19:56 | Filed Under [ Windows Workflow Foundation ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET