Gianni Giaccaglini

Tricks & mini applics on WPF
posts - 46, comments - 0, trackbacks - 0

novembre 2012 Blog Posts

Creare un documento segreto in due salse

    Creare un documento segreto, in due salse IN FONDO AL POST SI HA LA SOLUZIONE PIU' AUTOMATIZZATA L’idea base consiste nell’inserire il testo segreto nell’Editor VBA di Word, più precisamente nel modulo ThisDocument del nostro ipotetico MioDocum.doc , ovvero non nella cartella Normal bensì in Project(MioDocum) > Microsoft Word Oggetti > ThisDocument. Il documento all’apertura esibisce un testo-civetta che nulla a che fare con quello autentico, ospitato in una variabile di tipo stringa, dopo di che una macro opportuna lo trasferisce nel MioDocum.doc  al posto di quello fasullo. Le due “salse” del titolo sono altrettante soluzioni che ho escogitato in momenti successivi. ...

posted @ lunedì 26 novembre 2012 17:15 | Feedback (0) |

Come programmare col nuovo C# 5.0

  Come programmare col nuovo C# 5.0 Programming C# 5.0 Building Windows 8, Web, and Desktop Applications for the .NET 4.5 Framework di Ian Griffiths Editore O'Reilly Media Octobre 2012 Pagine:886 http://shop.oreilly.com/product/0636920024064.do Prezzi Stampa: $54.99 E-book: $43.99 Stampa + Ebook: $60.49   Questo best seller, alla quinta edizione, di O’Reilly scritto da Ian Griffiths anche tramite contatti con gli autori Microsoft di Azure, esordisce mettendo subito in evidenza che i potenziamenti dell’edizione 5.0 del linguaggio C# sono in gran parte in linea con la continuità che Microsoft ha esplicato, senza farne il ricettacolo di una miscela di cose incoerenti. Tale filosofia, sostiene l’Autore, si esprime in particolare nella programmazione asincrona, la novità più saliente,...

posted @ martedì 20 novembre 2012 16:29 | Feedback (0) |

Un macro-virus innocuo ma in potenza assai insidioso

  Un macro-virus innocuo ma in potenza assai insidioso Per diletto, non certo per intenzioni malevoli, ho escogitato un virus da macro che ritengo del tutto originale. Il procedimento consiste non tanto nel cancellare file, magari nella directory che ospita quelli di sistema, bensì nel sostituirli con archivi del tutto fasulli, lasciando in vita nomi ed estensioni originari. In tal modo l’utilizzatore colpito da questo malware potrebbe accorgersi del guaio troppo tardivamente. Allo scopo di permettere una sperimentazione del modus operandi ho racchiuso un modellino ridotto all’essenziale che può scaricarsi da http://www.giannigiaccaglini.it/download/Spazzat.zip Si tratta di un oggetto “zippato”, che racchiude una directory \Spazzatura, a sua volta...

posted @ lunedì 19 novembre 2012 16:32 | Feedback (0) |

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET