Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1907, comments - 2047, trackbacks - 352

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

Cookie e Privacy

Disabilita cookie ShinyStat

Microsoft MVP

My MVP Profile

Microsoft Certified Professional

Microsoft Specialist

Xamarin Certified Mobile Developer

Il mio libro su VB 2015!

Pre-ordina il mio libro su VB 2015 Pre-ordina il mio libro "Visual Basic 2015 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su WPF 4.5.1!

Clicca sulla copertina per informazioni! E' uscito il mio libro "Programmare con WPF 4.5.1". Clicca sulla copertina per informazioni!

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!

Altri spazi

GitHub
I miei progetti open-source su GitHub

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

Privacy Policy

Visual Studio LightSwitch: un chiarimento sulle sorgenti dati diverse da SQL

Una domanda molto ricorrente che affronto nei forum di LightSwitch Tips & Tricks, nel forum LightSwitch di MSDN e parlando con gli utenti delle community è: come faccio a importare in LightSwitch il mio db Access? o il mio foglio di Excel? o le mie stored procedure?

Innanzitutto è importante chiarire un aspetto: LightSwitch ha come obiettivo il fornire il miglior supporto possibile ad applicazioni che girano in contesti multi-utente; per tale ragione la scelta più ovvia e appropriata per questo tipo di problematica è l'utilizzo di database SQL Server e SQL Azure.

Infatti non sono previsti altri tipi di database, come ad esempio Access, che non lo sono ora e non lo saranno in futuro. In termini architetturali non ci sarebbero dei benefici abbastanza consistenti.

Al tempo stesso il Team di sviluppo di LightSwitch ha ben chiaro il fatto che la maggior parte degli sviluppatori dovrà interagire con fonti dati esistenti, prima che crearne di nuove da zero. Quindi come si fa?

La soluzione è, al momento, unica e consiste nel creare WCF RIA Services in grado di dialogare con sorgenti dati diverse da SQL Server. La cosa diventa più semplice per le stored procedure; mi basta creare un WCF RIA Service ed importare le stored procedure in un Entity Data Model basato su Entity Framework ed esporle tramite il servizio all'applicazione LightSwitch.

Più complicato da implementare, ma con la stessa logica di fondo, è il discorso per Access ed Excel. Dovrei creare un WCF RIA Service che si occupi di leggere e scrivere dati da e sul database/foglio di lavoro; il servizio verrà consumato dall'applicazione LightSwitch e ne soddisferà le richieste.

La domanda, però, è: ne vale veramente la pena? Probabilmente è meno costoso da tanti punti di vista convertire il db Access o il foglio di Excel in un database di SQL Server da fruire dall'applicazione LightSwitch; è vero che a volte c'è chi decide al nostro posto, nel qual caso bisogna adattarsi, ma per un'architettura seria questa appare una scelta consapevole.

Alessandro

Print | posted on venerdì 25 marzo 2011 23:42 | Filed Under [ Visual Studio LightSwitch ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET