Alessandro Del Sole's Blog

{ A programming space about Microsoft® .NET® }
posts - 1716, comments - 2327, trackbacks - 356

My Links

News

Your host

This is me! Questo spazio è dedicato a Microsoft® .NET®, di cui sono molto appassionato :-)

These postings are provided 'AS IS' for entertainment purposes only with absolutely no warranty expressed or implied and confer no rights.
If you're not an Italian user, please visit my English blog

Microsoft MVP

My MVP Profile

My MVP Corner Page

Il mio libro su VB2012!

Il mio nuovo libro su Visual Basic 2012 E' uscito il mio libro "Visual Basic 2012 Unleashed". Clicca sulla copertina per informazioni!

Il mio libro su VS LightSwitch!

Il mio nuovo libro su Visual Studio LightSwitch E' uscito il mio libro "Visual Studio LightSwitch Unleashed". Clicca sulla copertina per info!

Visual Basic Tips & Tricks Team Member

Le vostre visite

I'm a VB!

Guarda la mia intervista a Seattle

Follow me on Twitter!


Guarda i miei webcast MSDN

Altri spazi

CodePlex download Scarica i miei progetti open-source su CodePlex!

Cerca nel blog



Seguimi su Twitter!

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

.NET Framework

Back to basics

Blogroll

Help 1.x e 2.0

Microsoft & MSDN

Setup & Deployment

Visual Basic .NET e 2005

lunedì 25 agosto 2014

Facebook e la privacy

Indubbiamente Facebook è diventato parte integrante della nostra quotidianità, purtroppo o per fortuna. E’ comunque un bel modo per condividere, con persone che conosciamo e che magari vivono lontane da noi, momenti e situazioni della nostra vita. Ed è anche diventato un modo efficace e veloce di portare nelle nostre case notizie e iniziative (vere o false che siano ).

Ognuno ne fa l’uso che vuole ma è bene sapere che, per impostazione predefinita, il livello di privacy è Pubblico, quindi tutto ciò che pubblicate può essere visto da chiunque abbia un account, perciò anche chi non conoscete. Spetta a voi definire dei livelli di visibilità e di privacy per ciò che pubblicate.

Fotografie, aggiornamenti di stato, i “like” che mettete, la vostra situazione familiare o sentimentale, possono essere resi visibili solo ai vostri amici, oppure anche agli amici degli amici, oppure è possibile personalizzare il livello di privacy rendendo visibile qualcosa agli amici escludendo alcune persone o gruppi di persone. 
Dal momento che il sito di Facebook offre istruzioni dettagliate su come personalizzare la privacy (utilizzando l'ultimo simbolo a forma di freccia in alto a destra del menu di navigazione), non mi soffermerò su questo discorso ma farò delle considerazioni su accorgimenti che è utile adottare per evitare che ciò che pubblichiamo faccia il giro del mondo (nel vero senso della parola).

Foto e non solo
Partiamo dal presupposto che qualunque cosa che pubblichiamo su Internet può diventare di dominio pubblico. Non si sfugge ed è bene non scherzarci. Anche quello che noi crediamo che sia visibile solo ai nostri amici di Facebook. Certo, in linea di massima ci fidiamo delle persone che abbiamo tra i contatti ma spesso e volentieri abbiamo anche “amici” che non conosciamo di persona o in modo diretto. Le foto che pubblichiamo possono essere scaricate dai nostri contatti e da lì in poi possono fare il giro del mondo in pochi secondi. Una mia foto può essere scaricata da qualche mio contatto e inviata via email a gente che magari su Facebook non è neanche iscritta. Magari un mio selfie in spiaggia può non essere così interessante, ma magari foto che ritraggono, anche involontariamente, l’esterno della mia abitazione.. potrebbero esserlo per vari motivi. Stessa cosa dicasi per i nostri status. Catturare una fotografia dello schermo in cui si vede ciò che scriviamo e inviarla anche a gente che non è iscritta su Facebook è un’operazione che richiede pochi attimi. Non sottovalutiamo, quindi, il fatto che le nostre foto e le nostre parole possono arrivare potenzialmente in tutto il mondo.

Le foto e il GPS
Tutti gli smartphone hanno un sensore di posizione, altrimenti noto come GPS, che serve alle applicazioni per determinare dove siete e per offrire dei servizi basati sulla vostra posizione. Ricordate però che, a meno che non abbiate esplicitamente rimosso una specifica opzione, la vostra posizione viene memorizzata anche nelle fotografie che scattate e che caricate su Facebook. I file .jpeg, infatti, contengono dei c.d. metadati che consentono di memorizzare informazioni extra, come ad esempio i dettagli della fotocamera, e anche le coordinate di latitudine e longitudine della vostra posizione. Volete fare una prova? Scattate una foto col GPS acceso (e avendo ovviamente attivato l’opzione per salvare la posizione nella foto), copiate la foto sul vostro computer e, su Windows, tasto destro -> Proprietà -> Dettagli. Ecco un esempio di dettagli per una foto scattata col mio Lumia 1020:



Come vedete, ci sono moltissime informazioni sia sul dispositivo ma anche sul luogo dove mi trovavo, che ho oscurato  Pertanto, quando scattate foto che saprete verranno pubblicate, evitate di memorizzare la posizione magari disattivando il GPS. La prudenza non è mai troppa, al di là della privacy.

Accorgimenti domestici
Proseguendo il discorso del paragrafo precedente, a meno che non siate veramente sicuri che ciò pubblicate verrà visto solo da persone di cui vi fidate, è meglio evitare foto in cui siano riconoscibili punti esterni della vostra abitazione (ad esempio da una strada). Non potete mai sapere chi guarderà quelle foto. Consiglio: impostate sempre e comunque un buon livello di privacy per le foto in cui ci sono i vostri figli minorenni; la scelta migliore è restringere la privacy di tali foto solamente agli amici di cui vi fidate con certezza.

Foto di copertina e foto profilo
La foto di copertina e la foto del profilo di Facebook vengono spesso utilizzate per dare la prima impressione di noi, rappresentando qualcosa che ci piace, che ci appassiona o semplicemente qualche momento per noi di rilievo. Tuttavia, tali foto hanno visibilità pubblica e non è possibile cambiarla. Ciò significa che qualunque persona nel mondo che sia iscritta a Facebook può vederle. E non dobbiamo pensare che quelle due foto verranno viste solo da una cerchia ristretta di persone, perché Internet è sconfinato e chiunque può arrivarci, anche da oltre gli oceani. Quindi potrebbe essere utile evitare foto che ritraggono elementi particolarmente intimi o strettamente personali che non dovrebbero oltrepassare il limite dei contatti che conosciamo direttamente, oltre ai discorsi già fatti sulla posizione.
In realtà, per la foto del profilo ci sarebbe il trucco del caricare una foto, impostarne la privacy e poi usarla come foto profilo ma è qualcosa che potremmo dimenticare dal momento che il sito offre un comodo pulsante per cambiare in modo semplice la foto.

Facebook in mobilità
Gli smartphone offrono delle specifiche app per Facebook, qualunque sia il sistema operativo. Ma se siete abituati con determinate opzioni di privacy, ricordate che il sito in versione mobile (m.facebook.com) riflette più facilmente le preferenze che avete precedentemente impostato. Per impostare la privacy di ciò che pubblicate con le app, dovete andare nelle impostazioni di privacy, selezionare l’app dall’elenco di quelle autorizzate e modificare lì la privacy, come ad esempio per Windows Phone che offre l'integrazione coi social network:



Conclusioni
Facebook è un bello strumento, utile e potente ma bisogna perdere un pochino di tempo a studiare tutto quello che consente per poterlo usare al meglio.

Alessandro

posted @ lunedì 25 agosto 2014 11:15 | Feedback (0) | Filed Under [ Community and friends ]

mercoledì 20 agosto 2014

Ebook: "Localization in .NET Succinctly"

Vi segnalo l'uscita di un nuovo ebook gratuito della serie "Succinctly" della Syncfusion, dal titolo "Localization in .NET Succinctly".

Ve lo segnalo con maggior piacere perché ne sono stato il revisore tecnico ed è stata per me la seconda esperienza come technical editor dopo aver contribuito a LightSwitch Mobile Business Apps Succintly.

Il libro è interessante perché svela molti trucchi a volte sottovalutati e fa importanti distinzioni tra il mondo desktop e quello Web.

Consigliato

Alessandro

posted @ mercoledì 20 agosto 2014 21:17 | Feedback (0) | Filed Under [ Community and friends Visual Studio 2013 ]

lunedì 4 agosto 2014

Telerik UI for Windows Universal beta

La Telerik, nota azienda produttrice di controlli utente per varie piattaforme applicative (tra i migliori in assoluto secondo me), ha rilasciato una prima beta dei suoi nuovi controlli per le Universal App. La beta è disponibile per tutti ed è richiesta la sola registrazione al sito.

Il link per il download è questo e direi che è un'ottima prova da fare

Alessandro

posted @ lunedì 4 agosto 2014 20:19 | Feedback (0) | Filed Under [ Silverlight e Windows Phone Windows 8 e Windows Store Apps Visual Studio 2013 ]

Visual Studio 2013 Update 3 disponibile

Continuando sulla scia e filosofia dei frequenti aggiornamenti, oggi è stato rilasciato in RTM l'Update 3 per Visual Studio 2013. Ci sono tanti interessanti miglioramenti; tra i miei preferiti, il tool di diagnostica della memoria ora disponibile anche per WPF, precedentemente disponibile solo per Windows Store app.

L'elenco completo delle novità è nel post di annuncio di Brian Harry.

Alessandro

posted @ lunedì 4 agosto 2014 20:15 | Feedback (0) | Filed Under [ Visual Studio 2013 ]

mercoledì 30 luglio 2014

Il mio libro "Programmare con WPF 4.5": ma quando esce?

L'1 settembre Riposatevi quindi durante le ferie, in modo da essere poi pronti per la lettura!

Alessandro

posted @ mercoledì 30 luglio 2014 10:54 | Feedback (3) | Filed Under [ Windows Presentation Foundation Community and friends ]

martedì 8 luglio 2014

Disponibile Visual Studio "14" CTP 2

E' stata appena resa disponibile per il download la CTP 2 di Visual Studio "14", l'attuale nome in codice della prossima edizione di Microsoft Visual Studio, secondo la nota formula della Community Technology Preview.

Come per la prima CTP, potete anche scaricare una virtual machine basata su Windows Azure; ad ogni modo, è bene installare quest'anteprima su un ambiente di test.

L'elenco delle nuove funzionalità è disponibile in questo post di John Montgomery, che include anche i link per il download, e nell'apposita pagina della Knowledge Base.

Alessandro

posted @ martedì 8 luglio 2014 18:01 | Feedback (0) | Filed Under [ Visual Studio 2013 ]

mercoledì 2 luglio 2014

Microsoft MVP: rinnovato per un altro anno

Da qualche anno ormai, dal 2008 per la precisione, il 1° luglio è sempre una giornata particolare perché per il sottoscritto ricorre la rinomina a Microsoft MVP per Visual Basic. Sono stato confermato anche per i prossimi 12 mesi, per la 7ima volta di fila e ovviamente continua ad essere un grande onore, una grande soddisfazione e una grande emozione.

Per vari problemi personali so di aver fatto meno attività rispetto agli anni precedenti, ma conto di tornare in pista al mio solito il prima possibile.

Per quanto sia consapevole di essere ripetitivo, in questa circostanza sono uso ribadire che il benefit più grande derivato dal programma MVP è l'aver conosciuto tante persone ed aver stretto tante amicizie, indipendentemente dall'aspetto tecnico. Certo, ovviamente i benefit tecnici sono di assoluto rilievo, la possibilità di rimanere aggiornato in modo adeguato è di prima qualità e su questo non ci piove, ma sono sempre le persone che fanno il mondo.

Mi congratulo con i nuovi MVP e con i rinnovati, che conto di rivedere quanto meno al prossimo MVP Summit a Redmond e ringrazio, in ordine sparso, la divsione DPE di Microsoft Italia, Cristina Gonzalez Herrero, Marjorie di Clemente e Alessandro Teglia, nonché tutti gli appartenenti alla community Visual Basic Tips & Tricks, la cui esistenza è il fondamento, almeno per me, di questo importante award.

Alessandro

posted @ mercoledì 2 luglio 2014 16:51 | Feedback (0) | Filed Under [ Community and friends ]

domenica 22 giugno 2014

App alternative a Whatsapp, con pregi e difetti (secondo me)

Da un po' di tempo avevo in mente di scrivere un post dedicato agli utenti non tecnici di smartphone, per parlare delle varie app di messaggistica e chiamate VOIP che possono costituire valide alternative a Whatsapp. Infatti, milioni di utenti nel mondo sono andati in crisi in alcuni recenti blocchi della nota applicazione, ma ci sono delle interessanti alternative disponibili per tutte le piattaforme più diffuse quali Windows Phone, iPhone, Android.

Ovviamente non vi parlo né di Skype né di Viber né di Whatsapp (chiaramente), dal momento che già le conoscete e dal momento che hanno anche scopi e funzionalità diverse.

Non metto link per il download dal momento che ognuno di voi avrà dispositivi diversi e quindi potrete semplicemente cercarle nei vari Store.

LINE
Line è un'app molto carina secondo me. Innanzitutto non mostra se una persona è online, ma mostra a chi ci scrive se abbiamo letto un suo messaggio. Consente la condivisione di allegati e l'effettuazione di telefonate in VOIP, inoltre consente conversazioni tra più persone (non necessariamente a due quindi). Due peculiarità: una nutrita serie di sticker e ogni settimana ne vengono rilasciati di nuovi, più account ufficiali di vip (cantanti, squadre di calcio, ecc.) con cui entrare in contatto. Se avete Windows 8 o 8.1, c'è una versione dell'app anche per questo sistema, molto comodo per i tablet.

WECHAT
WeChat è un'app di messaggistica che estende il concetto di social networking, nel senso che consente numerose attività come la ricerca di persone nei dintorni, anche se non le conosciamo ma iscritte a WeChat, la condivisione di album di fotografie con gli utenti iscritti, l'invio di un "messaggio in bottiglia" che verrà raccolto da utenti in giro per il mondo. WeChat ha anche una gestione diversa della privacy, nel senso che potete decidere se qualcuno può comunicare con voi imponendo la richiesta di amicizia, che potrete approvare o rigettare. Anche qui, ci sono degli sticker carini e animati. E' un tantino più complessa delle altre, ma introduce delle buone idee.

TELEGRAM
Recentemente introdotta anche su Windows Phone, Telegram è una delle più diffuse app di messaggistica ed ha un comportamento piuttosto simile a Whatsapp; consente lo scambio di messaggi, la condivisione di allegati (su Windows Phone si possono allegare anche documenti, mi direte su iPhone e Android). E' abbastanza performante e la sua somiglianza di utilizzo con Whatsapp ne fa una delle alternative più diffuse. Esiste anche una versione desktop per Windows, anche se non ufficiale.

KIK MESSENGER
KiK si sta diffondendo molto come mezzo di contatto su social come Instagram, perché non è necessariamente associato a un numero di telefono, quindi da un lato tutela un po' di più la privacy e consente di cercare o essere cercati mediante il proprio Id. Di contro, potreste essere contattati da chicchessia in tutto il mondo. Il che potrebbe anche piacervi.

TALK.TO MESSENGER
Talk.To Messenger è ancora poco diffusa almeno in Italia, ma funziona benino. Consente le funzionalità classiche di condivisione foto e la possibilità di aggiungere gruppi di persone a una conversazione.

Queste app sono disponibili, come detto, per tutte le piattaforme più diffuse. Se ne conoscete altre, ditelo

Alessandro

posted @ domenica 22 giugno 2014 18:22 | Feedback (0) | Filed Under [ Community and friends ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET